Volley Prato, il bilancio di Mirko Novelli.......

VOLLEY PRATO
Comunicato del 22 giugno  2016

Non solo bilancio. A poche settimane dalla fine degli impegni agonistici, Mirko Novelli alza subito lo sguardo verso la prossima stagione. Per il direttore tecnico del Volley Prato le feste per le vittorie ottenute sono già alle spalle. E’ già tempo di programmare e, tanto per cambiare, per alzare ulteriormente l’asticella per un settore giovanile che vuole ancora dominare e per una prima squadra che, causa riforma dei campionati nazionali, dovrà per forza cambiare pelle.

Allora Mirko finalmente stagione finita?

“Assolutamente no. Abbiamo ancora il Torneo di beach di Bibione. Si gioca ad inizio luglio e partecipiamo con sette squadre”.

Puntate a vincere?

“Ovvio”.

La domanda più facile con la risposta più scontata. Bilancio della stagione?

“Straordinario”.

Appunto, come si riparte dopo una stagione in cui si è vinto quasi tutto?

“Con entusiasmo e nuovi obbiettivi. A livello giovanile la Fipav ha riformato le categorie e questo ci regala la possibilità di giocare ancora per vincere in quasi tutti i campionati. Parteciperemo all’Under 14 con i Campioni Italiani della nostra ex Under 13, alla Under 18 con i vicecampioni regionali della ex Under 17, è stata mantenuta l’Under 19 e presenteremo al via anche una Under 16. Insomma, partiamo con grandi ambizioni e, almeno a livello regionale, vogliamo vincere con tutte le squadre”.

La prima squadra, invece, è attesa da un torneo che cambierà volto. La Serie C non potrà non risentire dell’approdo della riforma dei tornei nazionali.

“E’ vero ed infatti puntiamo a costruire una squadra più esperta. I nostri giovani, che rimarranno il fulcro della Serie C, per crescere devono poter trovare difficoltà anche in allenamento. Oltre a questo, però, voglio anche dire che secondo me c’è la necessità di cominciare a pensare anche ad una Serie B. Non subito, non dalla prossima stagione, ma dobbiamo dare uno sbocco adeguato a quello che, a tutti gli effetti, è uno dei migliori vivai della regione”.

Ed a proposito di questo come ti immagini che vi affronteranno gli avversari nella prossima stagione. Maggiore rispetto ma anche tanta voglia di battervi.

“Mi immagino che specialmente per l’Under 14 ci sarà ogni domenica da affrontare una avversaria che farà di tutto per battere la squadra con lo scudetto sul petto. Questo, però, succederà anche alle altre nostre squadre giovanili. Penso che, a livello di vivaio, battere Prato diventerà un’ambizione diffusa  almeno a livello regionale. E’ uno stimolo in più a lavorare ed anche un onore perché forse qualche equilibrio a livello giovanile lo abbiamo scalfito. Quando ero ragazzo io volevamo battere tutti i Lupi. Oggi anche Prato è cresciuta in prestigio”.