Under 13 - Prato vince contro Poggibonsi e allunga in classifica.....

Under 13 Maschile - Girone A

Domenica 18/04/2021 10.30

Giornata 4, gara 4507

PALESTRA I CILIANI – PRATO

 

VOLLEY PRATO - VIRTUS PALLAVOLO POGGIBONSI 3-0

Parziali 25/8 - 25/3 - 25/8

Convocati Volley Prato

BERTI M. - BIANCHI M. - CALVIETTI O. - CARMAGNINI T. - CECCHI L. (K) - GRASSO A. - LASCIALFARI F. - MANCIN A. (L) - NIPOLLI A. - NOFERI G. - POSTIFERI G. - PROIETTI G. - ROMEI S. - SOTTANI A.

Allenatore_ Andrea BARBIERI

 

U13: Volley Prato ospita Poggibonsi e allunga la classifica

Inizia il girone di ritorno per la formazione U13 Volley Prato che torna ad incontrare la VIrtus Poggibonsi.

Per cominciare Coach Barbieri schiera in campo Cecchi, Grasso, Carmagnini, Proietti, Lascialfari, Sottani, con Postiferi nel ruolo di libero. Il primo punto è del Poggibonsi dato che i nostri ci mettono qualche minuto a concentrarsi ed entrare in partita. Una iniziale confusione pratese confonde le acque ma ci pensa Carmagnini con il primo attacco dal centro e le urla di capitan Cecchi a svegliare i compagni, ricordando il da farsi. Va in battuta Grasso che al primo tentativo è favorito dalla rete, poi alterna palle lunghe e corte che disorientano la difesa della Virtus. Per due volte dalla destra Lascialfari infila attacchi insidiosi mentre Cecchi si occupa della regia, dispensando proposte a tutta la linea d’attacco. Quando perdiamo il turno di servizio entra Postiferi nel ruolo di libero al posto di Grasso. L’assetto convince ed esprime buon gioco. Lascialfari adesso in attacco da sinistra e Postiferi in seconda linea offrono spunti notevoli in prontezza e senso del campo, che restituiscono solidità ad alcuni passaggi di gioco appannati. Il turno di battuta di Sottani infiamma di adrenalina la squadra, con 5 ace consecutivi che smarriscono la Virtus. Proietti si alterna a Cecchi in regia con decisione e fantasia, e quando il capitano viene chiamato in attacco non lascia possibilità di replica alla difesa avversaria che può solo guardare la palla che spolvera millimetricamente gli angoli scoperti del campo. Velocemente 25-8 e cambio campo.

Nel secondo set entrano Bianchi, Berti, Romei e Mancin nel ruolo di libero, a fianco di Carmagnini, Grasso e Cecchi. Inizia capitan Cecchi in battuta che firma due ace, poi riportiamo confusione in campo e i ragazzi del Prato riescono a complicarsi la vita da soli, un po’ concedendo, un po’ rimediando. Il Poggibonsi assiste alle nostre papere senza la prontezza di approfittarne. Il nostro attacco si accende a intermittenza con alcuni spunti dalla seconda linea o dall’estrema destra di Bianchi, le ottime trovate centrali di Romei e qualche invenzione di Cecchi da destra e Grasso da sinistra, Carmagnini in seconda linea sempre puntuale sia in difesa che in attacco. Sul 10-3 va in battuta Berti che ci resta fino alla fine del set, di fatto senza che il Poggibonsi riesca a creare più nessun pensiero alla formazione di casa.

Nel terzo set la formazione è composta da Berti, Calvietti, Romei, Noferi, Bianchi - sostituito a metà set da Lascialfari -, Nipolli e Mancin come libero. Il Prato avanza in ordine sparso e con diversi errori dovuti alla deconcentrazione. La squadra non brilla e regala una manciata di punti agli ospiti, che servono solo a mantenere viva l’attenzione del Poggibonsi. Gli scambi sono ridotti al minimo, si gioca quasi tutto in battuta e quando la palla è rigiocata il ritmo non decolla. I nostri riescono a far punto perfino appoggiandola in bagher. Anche Noferi e Lascialfari nei rispettivi turni di battuta, mettono in bacheca le loro personali collezioni di ace. I nostri lasciano andare 3 punti con grande ingenuità, fino a che Berti sistema con una schiacciata a segno, raddrizzando il trend. Infine con Nipolli in battutala squadra si rianima, Lascialfari ravviva l’atmosfera con attacchi pazzeschi dalla seconda linea, Romei e Berti chiudono bene a muro, con una buona regia di Noferi che organizza il gioco dei compagni. Finisce 25-8 senza patemi d’animo, in un clima leggero e rilassato, sicuramente piuttosto lontani dalla tensione agonistica che i nostri sanno sprigionare sotto pressione.

Ci godiamo il primo posto in solitaria a punteggio pieno e quoziente set al massimo.


DSC03468JPGDSC03462JPGDSC03446JPG