Serie C, Volley Prato sconfitto dalla Remo Masi.............

VOLLEY PRATO
Comunicato del 25 novembre 2017

VOLLEY PRATO – POL. REMO MASI 0-3

Volley Prato: Alpini L., Marchi, Corti, Olivieri, Mazzinghi, Alpini M., Grallo, Nincheri, Menchetti, Azzini, Anatrini, De Giorgi, Dardini, Vannini. All. Novelli.

Pol. Remo Masi: Allighieri, Bargilli, Casati, Castellani, Cavari J., Cecchini, Mugnai, Corti, Fibbi, Galanti, Lisini, Meli Nardoni. All. Montagni.

Arbitro: Sabatini

Parziali: 22-25; 17-25; 25-27.

Prato gioca bene ma solo a tratti e la Remo Masi passa a San Paolo. Prestazione in crescita per la squadra di Novelli che gioca alla pari per due set ma che, ancora una volta, si arrende ai propri errori ed alla propria gioventù. Peccato perché la gara non era impossibile. Nota di demerito per la palestra di San Paolo dove è piovuto in campo anche mentre fuori cadeva una pioggerellina appena fastidiosa.

1° set: Prato con Marchi e Olivieri in diagonale, Azzini e Corti al centro, Vannini e Alpini di banda, Nincheri  e Dardini nel ruolo di libero. Primo set bel giocato da entrambe le squadre, almeno fino alla doppia cifra. Qui Prato iniziava a sbagliare molto e Rufina faceva il break (12-17). I ragazzi di Novelli si riportavano sotto (14-17) ma nel finale erano gli ospiti i più lucidi e chiudevano a 22;

2° set: nel secondo parziale ancora equilibrio fino ai margini della doppia cifra (8-8) poi Prato a concedersi qualche ingenuità di troppo in battuta e ricezione e Rufina a trovare nuovamente l’allungo (11-15, 12-17 e 13-19). Il Volley Prato non si arrendeva, ci metteva l’anima ed anche buona tecnica. Dentro Menchetti ed anche De Giorgi in battuta (entrambi 2003) e la squadra di Novelli tornava sul meno tre (17-20). Tempo Montagni ed al ritorno in campo Prato che aveva perso il filo del discorso e che concedeva con una serie di errori la chiusura alla Remo Masi;

3° set: Novelli cambiava formazione concedendo campo a Alpini in regia, Anatrini al centro e spostando Corti in attacco. Prato partiva forte (6-2 e 12-4) ma ancora una volta si perdeva nella propria gioventù. Tanti gli errori che regalavano alla Rufina il recupero (14-12). Prato allungava ancora (16-12 e 18-14). Dentro Castellani nella Rufina e squadre sul 20-20. Prato che rimaneva avanti con grinta (23-21 e 24-22) ma che mancava di killer instinct. Doppio muro Castellani e tutto ai vantaggi. Doppia sciocchezza pratese e chiusura ospite.