Serie C - Prato sbanca Valdarno........

VALDARNINSIEME - VOLLEY PRATO 2-3

Valdarninsieme: Dell’Artino, Scolari, Bartoli, Nannelli, Fantini, Rossi M., Tinaglia, Zamponi, Semboloni, Nepi, Baldi, Fantini. All. Lapi.

Volley Prato: Giona Corti, Catalano, Bandinelli, Coda, Gioele Corti, Innocenti, Mazzinghi E., Scaduto, Anzilotti, Mazzinghi F., Vannini, Olivieri, Caselli. All. Novelli.

Arbitri: Bambi e Ferro

Parziali: 25-21; 25-22; 22-25; 18-25; 12-15.

Il Volley Prato sbanca Figline e si avvicina al quinto posto. Due set persi male, negli ultimi punti e poi  rimonta e la vittoria. Serata da grande squadra per il Volley Prato che si regala tre punti

1° set: Prato in campo con Corti e Catalano in diagonale, Coda e Mazzinghi F. al centro, Bandinelli e Mazzinghi E. di banda, Anzilotti e Scaduto libero. Inizio equilibrato (7-6 e 9-7) ma Prato che trovava difficoltà a mettere palla a terra. Una difficoltà che Valdarno sfruttava per scappare sul 19-12. Corti e compagni a reagire e tornare sotto (22-21). Nel finale, però, ancora ingenuità Prato e chiusura aretina a 21.

2° set: Prato più deciso nel secondo. Dopo l’equilibrio iniziale (9-9) break Prato (13-15 e 14-16). Prato che reggeva bene il campo e che rimaneva avanti fino al 18-20. Qui, però, tornava sotto la formazione valdarnese che, sfruttando qualche errore pratese e trovando soluzioni efficaci al centro ribaltava e chiudeva a 22.

3° set: ancora buon Prato ad inizio terzo parziale (2-4) ma immediata reazione dei ragazzi di casa (6-4). Nuovo mini break pratese sull’8-10. Questa volta la squadra di Novelli era concentrata fino alla fine, saliva sul 20-23 e chiudeva a 22 con una palla contestata di Bandinelli.

4° set: ottimo inizio di quarto parziale pratese. Corti e compagni ora credevano nell’impresa e salivano sul 7-12. Prato determinato, Valdarno sparito dal campo. Ragazzi di Novelli sul 12-22 ed a chiudere.

5° set: nel quinto partenza forte del Valdarno (4-2 e 8-5). Prato in difficoltà ad arginare l’opposto di casa (9-7) ma che non mollava. Pratesi che rimontavano e sorpassavano (11-13) fino a chiudere a 12. 

 

L’Ufficio stampa