Serie C, il Volley Prato sbanca anche Siena.........

TERRECABLATE CUS SIENA - VOLLEY PRATO  0-3

Terrecablate Cus Siena: Masutti, Gambelli, Sani, Bagnacci, Di Cocco, Castagnini, Ferrandi, Nociti, Santoni, Turchi, De Sandro, Verdino. All. Mattafirri.

Volley Prato: Giona Corti, Catalano, Bandinelli, Gioele Corti, Spagnesi, Mazzinghi F., Mazzinghi E., Scaduto, Anzilotti, Coda, Caselli, Vannini, Olivieri. All. Novelli.

Arbitro:  Mari e Verdi

Parziali: 20-25; 21-25; 19-25.

Prato sbanca Siena e tiene vivo il sogno post season. Difficile, quasi impossibile raggiungere i play off ma Prato vuole crederci almeno fino a che la matematica lo consentirà. La vittoria di Siena è netta e limpida e porta la firma di una squadra non ancora paga di vincere e stupire e di una bella prestazione di Bandinelli, man of the match di serata.

1° set: Prato con Giona Corti e Catalano in diagonale, Coda e Gioele Corti al centro, Bandinelli e Vannini di banda, Scaduto e Anzilotti nel ruolo di libero. Inizio equilibrato (6-6) con primo tentativo di fuga di Siena (8-6) subito rintuzzato dai pratesi (9-9). Equilibrio fino al 10-11 e poi colpo d’ala della squadra di Novelli che saliva 13-18 con un buon contributo del muro. Siena non mollava e tornava sotto (15-18 e 18-20) ma nel finale lo scatto vincente era del Volley Prato che chiudeva con muro di Bandinelli.

2° set: nel secondo parziale Prato che, dopo rotto il ghiaccio, comandava la gara senza esitazioni. Prato avanti 3-7 e 8-12. Bandinelli grande protagonista e squadra di Novelli che manteneva sempre un buon vantaggio fino a salire sul 16-22. Intanto piccolo infortunio a Giona Corti e dentro Caselli in regia. Chiusura pratese a 21.

3° set: nel terzo parziale di nuovo in campo capitan Corti e Prato subito a comandare (3-7 e 4-10). Prato che sembrava navigare sereno verso i tre punti (11-16) ma che si distraeva e consentiva il recupero a Siena (16-16). Il tempo di Novelli scuoteva la squadra ospite che tornava in campo di nuovo concentrata e che scappava sul 18-22 prima di chiudere a 19 ancora con muro di Bandinelli.

 

 L’Ufficio Stampa