Il Volley Prato si presenta.......

VOLLEY PRATO
Comunicato del 5 settembre 2017

 

Volley Prato al lavoro. Il consueto raduno di atleti e famiglie al Keynes di via Reggiana ha dato il via ufficiale alla stagione 2017-2018 del Volley Prato. Una stagione che la società del presidente Giovanni Giuntoli sta preparando peraltro fin dai primi mesi estivi e che ha tra le grandi novità l’apertura a collaborazioni con Firenze Volley, in Serie C, con Volley Arezzo, con una squadra mista che parteciperà al torneo Under 20, e con Avis Pistoia, con una squadra mista che disputerà il campionato Under 14. Insomma, un Volley Prato che non ha paura di fare scommesse importanti e che, forte anche dei successi del suo settore giovanile, cerca più che mai di aprirsi al mondo del volley toscano e nazionale e di uscire dagli spazi, per certi versi angusti, della pallavolo Toscana, in virtù di un discorso aperto con il consorzio Vero Volley che dovrebbe andare a concretizzarsi nelle prossime settimane.

Insomma, una stagione che si annuncia intensa e che già da fine agosto vede gli atleti dei gruppi Under 16/18 e di Serie C al lavoro tra Galceti, Castiglione dei Pepoli e, dal 5 al  7 settembre a Cesenatico. Una stagione in cui, tra l’altro, il Volley Prato schiererà al via, oltre ad i gruppi di serie C, Under 18 ed Under16, Under 14 e Under 13 anche una formazione di misto che parteciperà al torneo UISP.

 

“Si apre oggi una stagione importante per la nostra società – dice Giovanni Giuntoli – Una stagione all’insegna dei progetti e delle collaborazioni con cui vogliamo far sviluppare ulteriormente il Volley Prato. Collaborazioni che abbattono i campanilismi e che guardano solo al bene dei ragazzi ed alla loro possibilità di esprimersi al meglio e di avere la vetrina adeguata per le loro qualità sportive. Puntiamo ad essere ancora una volta protagonisti in tutte i tornei giovanili a livello regionale ed a far crescere un nuovo gruppo di ragazzi in Serie C. Oltre a questo, per, puntiamo anche a consolidare la società con l’ingresso di nuovi dirigenti che consolidino una compagine societaria che per essere ben strutturata ed avere lungo respiro non può basarsi solo sulle pur preziose figure dei dirigenti-genitori. In tutto questo panorama di crescita e di grandi prospettive rimane un neo ed è quello dell’impiantistica. Per il terzo anno consecutivo non potremo disputare gare ufficiali al Palazzetto del Keynes per l’impossibilità di farvi accedere il pubblico. Concentreremo la nostra attività su via Taro, sulle Gescal di San Giusto e sulla Palestra di San Paolo, che condividiamo con il femminile ma ciò non toglie che quella dell’impiantistica rimane una carenza ed un neo grave per tutto il movimento e per la città di Prato di cui portiamo il nome, i colori e l’immagine con orgoglio in giro per l’Italia”.