Comunicato del 13/10/18 - Serie C e Serie D.........

VOLLEY PRATO
Comunicato del 13 ottobre 2018

SERIE C

DREAM VOLLEY PISA – VOLLEY PRATO 3-0

Volley Prato: Alpini M., Anatrini,  Bruni, Biancalani, Lucchetti,  Marchi, Alpini l., Corti, Civinini, Nincheri, Cassioli, Mazzinghi E., Mazzinghi F., Olivieri. All. Novelli.

Dream Volley Pisa: Balducci, Bellandi, Cheli, Coletti, Della Bartola, Golino, Grassini, Lupetti, Lupo, Marranini, Mela, Puccetti, Vecchiani. All. Piccinetti.

Arbitro: Torriani

Parziali: 25-10; 25-20; 25-18.

Segnali confortanti da una sconfitta. Prima di campionato amara per il Volley Prato che cede 3-0 sul terreno del Dream Volley. Sconfitta da pronostico e da accogliere senza far drammi. Pisa che è squadra strutturata e destinata ad un torneo di medio alta graduatoria. Prato che punta invece a salvarsi e che da questa gara porta via alcune buone sensazioni. Buona l’intesa tra Lucchetti e Mazzinghi, buono l’approccio di Corti. Buono, infine, il lavoro di gruppo della squadra. Insomma, da Pisa non arrivano punti ma certo buone basi su cui costruire il resto del torneo.

1° set: Prato con Lucchetti in regia, Corti opposto, Edoardo Mazzinghi e Bruni al centro, Cassioli e Alpini di banda e Olivieri libero. Inizio lottato con almeno due ottimi scambi prolungati da ambo le parti ma che sempre arridevano ai padroni di casa. Un fattore che alla lunga regalava sicurezza a Pisa e toglieva certezze invece ad un Prato che perdeva contatto (18-9) e poi si arrendeva a 10 subendo troppo in ricezione, nonostante il cambio sul finale con l’ingresso di Nincheri;

2° set: nel secondo set Prato sembrava essersi scrollato di dosso l’emozione e partiva fortissimo (2-7). Bastava però l’incisivo turno al servizio del giovane Golino per mettere alla corde la squadra di Novelli. Sei servizi vincenti del giovane attaccante pisano valevano il recupero e poi il sorpasso del Dream Volley che saliva sul 16-12. Padroni di casa che scappavano sul più sei (18-12) e Novelli che cercava il recupero con il doppio cambio, Marchi e Civinini. Prato risaliva fino al 20-17 ma poi cedeva a 20;

3° set: ancora equilibrio iniziale nel terzo parziale ma la prima fuga era del Dream ed era anche quella decisiva. Dal 15-13 Pisa scappava sul 19-13. Finale senza ulteriori scossoni e chiusura Pisa a 18.

 

 SERIE D

VOLLEY PRATO – ROBUR SCANDICCI 2-3

Volley Prato: Pontillo, Bartolini, Sacchetti, Cecchin, Menchetti, Massi, De Giorgi, Disconzi, Camici, Scaduto, Pacini, Lotti, Torri. All. Barbieri.

Robur Scandicci: Agnoloni, Ballotti, Becucci, Benvenuti, Bongini, Casisa, Favilli, Gheri, Gori, Marchi, Papini, Piccardi, Santelli. All. Becucci.

Arbitro: Amari

Parziali: 21-25; 25-15; 25-21; 14-25; 13-15.

Ed alla fine prato recrimina. Grande prova d’esordio dei giovanissimi del Volley Prato in Serie D. Gli Under 16 di Barbieri mettono alla frusta il più esperto Scandicci e sfiorano l’impresa con una grande rimonta ed un gioco spensierato e divertente. Alla fine, come detto, Prato può anche rammaricarsi per non aver conquistato più di un punto e va bene così per una squadra giovanissima e che da questo torneo deve solo imparare. La gara. Nel primo set Prato contratto e falloso. Scandicci sempre avanti (6-9 e 11-15) e ragazzini di Barbieri sempre a rincorrere. Prato che comunque faceva vedere già buone cose recuperava più volte il gap (10-12 e 16-18) per poi cedere alla distanza più per i propri errori che non per meriti ospiti. Dal secondo parziale la gara cambiava. Prato sembrava aver rotto il ghiaccio e cominciava a giocare maggiormente convinto e libero da timori. Prato che saliva sul 4-1 e 11-5. Ricezione ospite in affanno e Scandicci innervosita dalla prova spavalda dei ragazzini di Barbieri (21-11). Chiusura a 15 senza affanni per Prato. Nel terzo set partenza forte di Scandicci che provava a scuotersi (3-7). Menchetti e compagni che però recuperavano subito (6-7). Due errori e la Robur era di nuovo in fuga (8-11) ma Prato adesso ci credeva e non mollava più (12-12). Scandicci provava più volte la fuga (12-15, 14-17 e 18-20) ma la squadra di Barbieri giocava spensierata e tornava sempre a contatto per poi piazzare il sorpasso (23-20). Chiusura di Menchetti a 21. La rabbia di Scandicci ed un certo appagamento di Prato apparecchiavano un quarto set equilibrato solo nei punti iniziali (4-2). Scandicci strappava sul 13-19 e chiudeva a 14. Nel quinto equilibrio ritrovato e solo lo sprint finale a tradire un Prato encomiabile.